Si può mangiare il tartufo a dieta? Calorie e nutrienti

0
2077
Tartufo a cuore
Tartufo a cuore

Si può consumare il tartufo durante la dieta? Ne consumiamo in genere così poco che non ci curiamo mai delle eventuali calorie e degli eventuali nutrienti che sono presenti in questo prodotto.

Nella guida che segue ci occuperemo dei valori nutrizionali del tartufo, valutandone l’idoneità per i diversi tipi di diete e regimi alimentari che potresti seguire.

Quante calorie ha il tartufo?

Non ci sono grosse differenze tra i diversi tipi di tartufi commestibili per quanto riguarda le calorie:

  • tartufo nero estivo o scorzone: circa 30 calorie per 100 grammi di prodotto
  • tartufo nero pregiato, detto anche di Norcia: circa 30 calorie per 100 grammi
  • tartufo nero invernale: sempre 30 calorie per 100 grammi di prodotto
  • tartufo bianco: non si discosta molto dai valori sopracitati – 31 calorie circa per 100 grammi di prodotto

Tenendo anche conto del fatto che si consumano in genere pochi grammi per porzione di tartufo, l’apporto calorico può essere considerato risibile, anche per chi sta seguendo diete particolarmente restrittive sotto il profilo del monte calorico quotidiano.

L’importanza degli altri nutrienti

Chi vuole valutare la bontà di un alimento, in questo caso il tartufo, in relazione al proprio regime alimentare, non può assolutamente fermarsi soltanto al dato calorico. Ci sono anche i macronutrienti da considerare: devono essere bilanciati e di buona qualità.

Anche in questo caso il tartufo, a prescindere dalla qualità che si è scelta, si comporta molto bene. Mediamente in 100 grammi di tartufo troviamo:

  • ci sono circa 6 grammi di proteine ogni 100 grammi di tartufo
  • ci sono inoltre solo 0,7 grammi di carboidrati
  • grassi non superano il mezzo grammo per 100 grammi di prodotto

Il tartufo è adatto alla dieta low-carb

I nostri lettori che stanno seguendo una qualunque dieta low-carb, ovvero uno di quei regimi alimentari che punta su grassi e proteine per fornire il grosso delle calorie giornaliere, può consumare senza alcun tipo di problema il tartufo, a prescindere dalla qualità che si preferisce.

Non ci sono che soltanto 0,7 grammi di zuccheri in 100 grammi di tartufo. Niente paura dunque per chi sta seguendo regimi alimentari come:

  • la dieta Atkins
  • la dieta metabolica
  • la dieta Scarsdale
  • la dieta South Beach

In tutti questi casi si può aggiungere il tartufo alle proprie ricette, arricchendo di sapore le portata ad un costo calorico veramente contenuto.

Il tartufo è adatto alla dieta paleo

Il tartufo può essere inoltre incluso senza problemi nella dieta paleo. Il suo utilizzo è approvato da chi valuta l’inserimento o meno degli alimenti nel regime (tra i più restrittivi, perché permette soltanto alimenti non trattati e soprattutto che erano già disponibili in natura prima dell’avvento dell’industrializzazione alimentare).

Oltre al tartufo crudo, si possono consumare nella dieta paleo anche gli oli, a patto che siano preparati con ingredienti di qualità, come ad esempio l’olio extravergine d’oliva.

Il tartufo è adatto alla dieta senza glutine

Il tartufo non contiene glutine e può essere consumato anche all’interno delle diete gluten free. Ovviamente il discorso vale solo per il tartufo e non per le preparazioni in cui viene inserito. Si deve prestare particolare attenzione ai preparati come le creme a base di tartufo, che potrebbero contenere addensanti a base di glutine.

Possono essere consumati all’interno delle diete a base di glutine anche l’olio al tartufo, a patto che sia stato realizzato utilizzando esclusivamente olio d’oliva extravergine e, appunto, tartufo.

Il tartufo si può mangiare nella dieta vegana

Il tartufo può essere anche consumato all’interno della dieta vegana. È un prodotto al 100% vegetale e non contiene neanche tracce di prodotti animali. È adatto pertanto a tutti coloro i quali hanno fatto una tale scelta alimentare e anche a chi segue invece il regime vegetariano.

Il tartufo è perfetto per la dieta dimagrante

Il tartufo è generalmente ottimo per la dieta dimagrante:

  • fornisce pochissime calorie, meno di 15 per porzione
  • al prezzo di poche calorie aggiunge molto sapore ai piatti
  • può rendere speciali piatti altrimenti noiosi
  • può rendere la dieta più varia

Sono quattro aspetti fondamentali per riuscire a seguire il proprio regime alimentare e liberarsi dei chili di troppo. Quindi sì al tartufo anche se l’unico obiettivo della nostra dieta è quello di farci perdere i chili di troppo.